was successfully added to your cart.

Carrello

  • Laurea: Magistrale biennale
  • Classe: LM-51
  • Durata: 2 anni
  • CFU: 120

Il Corso di laurea Magistrale in Psicologia (CdSLM), coerentemente con gli obiettivi formativi previsti dal D.M. del 16 Marzo 2007, ha l’obiettivo di elevare e rafforzare il grado di formazione raggiunto nel corso triennale, attraverso il perfezionamento e l’approfondimento di conoscenze, competenze e tecniche psicologiche professionalizzanti acquisite nel precedente livello di corso di laurea. Il corso intende favorire l’acquisizione di metodi e strumenti psicologici di indagine ed intervento per la prevenzione, la consultazione diagnostica, la formazione e la consulenza, rivolti a individui, famiglie, gruppi e organizzazioni.

Possono accedere al CdLM in Psicologia coloro che sono in possesso di una Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche ex Legge 270/04 e ex Legge 509/99, o di altro titolo di studio equivalente conseguito all’estero, riconosciuto idoneo in base alla normativa vigente.
Il CdLM in Psicologia è articolato in due anni, prevede l’acquisizione di 120 crediti CFU ed è organizzato in tre diversi curriculum.

– Il Curriculum “Psicologia Clinica e Dinamica” presta particolare attenzione alle conoscenze tecniche e metodologiche che sottendono alla gestione di attività di intervento psicologico e psico-sociale su individui, coppie, gruppi e organizzazioni rivolti alla diagnosi, alla riabilitazione, al sostegno, alla prevenzione ed alla ricerca psicologica.

– Il Curriculum “Psicologia Giuridica” pone particolare attenzione alle conoscenze tecniche, normative ed metodologiche che caratterizzano i contesti di azione dello psicologo in ambito di tutela civile e penale dei minori e degli adulti, promozione della legalità e del benessere, prevenzione dei rischi, legislazione sanitaria ed assistenziale, esclusione sociale e lavorativa, programmazione sociale.

– Il Curriculum “Psicologia e Nuove Tecnologie” si focalizza sulle conoscenze tecniche e metodologiche che contraddistinguono da un lato l’utilizzo delle tecnologie informatiche per l’attività di ricerca e intervento nei contesti emergenti di comunicazione e informazione, dall’altro la gestione degli interventi individuali e di gruppi rivolti al sostegno, riabilitazione e prevenzione dei rischi dovuti all’uso della rete.

La prova finale consiste nella discussione di una tesi di laurea redatta in modo originale dallo studente (12 CFU) sotto la guida di un relatore e di un correlatore nel rispetto e con le modalità previste dal relativo regolamento d’Ateneo e dalle linee guida della Facoltà di Psicologia.

Il CdLM, in armonia con le disposizioni dell’Ateneo, incoraggia lo scambio di docenti e studenti attraverso la cooperazione internazionale e gli accordi bilaterali (programma Erasmus). Il Piano di studi, inoltre, dà rilevanza al tirocinio curriculare dello studente (di 225 ore, pari a 9CFU), con funzione di esercitazione pratica per il completamento della formazione.

Per quanto concerne gli sbocchi professionali, il CdLM permette il proseguimento degli studi a un livello avanzato (Master, Dottorato di Ricerca, Scuole di Specializzazione in Psicoterapia) e garantisce una formazione qualificata per lo svolgimento dell’esercizio della professione di Psicologo che intendono valorizzazione le risorse individuali e relazionali, favorire processi di benessere personale, familiare, socio-organizzativo e comunitario, e migliorare la conoscenza e l’utilizzo delle proprie competenze e capacità.

Curriculum psicologia clinica e dinamica

SSD Sigla Esame CFU
1° Anno di Corso
M-PSI/03 B1 psicologia generale e fisiologica Teorie e tecniche dei test 6
M-PSI/04 B2 psicologia dello sviluppo e dell’ed. Psicologia del ciclo di vita (mutua su LM85) 6
MED/25 C Attività formative affini o integrative Scienze psichiatriche 12
M-PSI/07 B4 psicologia dinamica e clinica Analisi e trattamento del disagio psichico e delle psicopatologie 12
IUS/08 C Attività formative affini o

integrative

Principi costituzionali, legislazione e programmazione

sanitaria e sociale

6
M-PSI/04 B2 psicologia dello sviluppo e dell’ed. Psicologia e analisi delle relazioni interpersonali 6
M-PSI/02 B1 psicologia generale e fisiologica Neuroscienze cognitive e affettive e sociali 6
A scelta Esame a scelta 6
2° Anno di Corso
M-PSI/05 B3 psicologia sociale e del lavoro Teorie e tecniche della comunicazione tra gruppi 9
M-PSI/08 B4 psicologia dinamica e clinica Tecniche e modelli di Psicoterapia 9
M-PSI/07 B4 psicologia dinamica e clinica Dinamiche relazionali e rischio evolutivo 9
M-PED/01 C Attività formative affini o integrative Educazione permanente e formazione degli adulti 6
A scelta Esame a scelta 6
art.10, comma 5, lettera d Tirocini 9
Prova Finale 12
A scelta dello studente
Ciclo di workshop pratici 6
M-PSI/01 Psicologia cognitiva applicata 6
M-PSI/06 Teorie e tecniche nella gestione delle risorse umane (mutua da LM67) 6
M-PSI/05 Psicologia delle differenze di genere 6
M-PSI/01 Psicologia dei linguaggi espressivi e artistici (mutua su LM85) 6
M-PSI/08 Psicologia della disabilità e dell’integrazione (mutua da

LM85)

6
M-PSI/07 Psicologia e psicopatologia della sessualità 6

Curriculum psicologia giuridica

SSD

Sigla

Esame CFU
1° Anno di Corso
M-PSI/01 B1 psicologia generale e fisiologica Psicologia cognitiva applicata 6
M-PSI/04 B2 psicologia dello sviluppo e dell’ed. Psicologia del ciclo di vita (mutua su LM85) 6
MED/25 C Attività formative affini o integrative Scienze psichiatriche 12
M-PSI/07 B4 psicologia dinamica e clinica Analisi e trattamento del disagio psichico e delle psicopatologie 12
IUS/08 C Attività formative affini o integrative Ordinamento giudiziario 6
M-PSI/04 B2 psicologia dello sviluppo e dell’ed. Psicologia e analisi delle relazioni interpersonali 6
M-PSI/02 B1 psicologia generale e fisiologica Neuroscienze cognitive e affettive e sociali 6
A scelta Esame a scelta 6
2° Anno di Corso
M-PSI/05 B3 psicologia sociale e del lavoro Psicologia Giuridica 9
M-PSI/08 B4 psicologia dinamica e clinica Teorie e tecniche di psicoterapia vittimologica 9
M-PSI/07 B4 psicologia dinamica e clinica dinamiche relazionali e rischio evolutivo 9
M-PED/01 C Attività formative affini o integrative Pedagogia sociale e devianza 6
A scelta Esame a scelta 6
art.10, comma 5, lettera d Tirocini 9
Prova Finale 12
A scelta dello studente
Ciclo di workshop pratici 6
M-PSI/07 Psicologia e psicopatologia della sessualità 6
M-PSI/03 Teorie e tecniche dei test 6
SPS/12 Sociologia giuridica e della devianza 6
M-PSI/02 Neurocriminologia 6
IUS/17 Criminologia applicata 6

Curriculum psicologia e nuove tecnologie

SSD Sigla Esame CFU
1° Anno di Corso
M-PSI/01 B1 psicologia generale e fisiologica Psicologia cognitiva applicata 6
M-PSI/04 B2 psicologia dello sviluppo e dell’ed. Psicologia del ciclo di vita (mutua su LM85) 6
MED/25 C Attività formative affini o

integrative

Scienze psichiatriche 12
M-PSI/07 B4 psicologia dinamica e clinica Analisi e trattamento del disagio psichico e delle psicopatologie 12
IUS/08 C Attività formative affini o integrative Principali costituzionali, ordinamenti giuridici e politiche dell’innovazione 6
M-PSI/04 B2 psicologia dello sviluppo e

dell’ed.

Psicologia e analisi delle relazioni interpersonali 6
M-PSI/02 psicologia generale e fisiologica Neuroscienze cognitive e affettive e sociali 6
A scelta Esame a scelta 6
2° Anno di Corso
M-PSI/05 B3 psicologia sociale e del lavoro Teorie e tecniche della comunicazione tra gruppi 9
M-PSI/08 B4 psicologia dinamica e clinica Psicotecnologie per la clinica 9
M-PSI/07 B4 psicologia dinamica e clinica Problematiche psicologiche delle nuove tecnologie 9
INF/01 C Attività formative affini o integrative Tecnologie dell’informazione per gli psicologi 6
A scelta Esame a scelta 6
art.10, comma 5, lettera d Tirocini 9
Prova Finale 12
A scelta dello studente A scelta dello studente 12
Ciclo di workshop pratici 6
M-PSI/03 Teorie e tecniche dei test 6
M-PSI/06 Teorie e tecniche nella gestione delle risorse umane (mutua da LM67) 6
M-FIL/05 Semiotica del testo 6
M-FIL/03 Etica della comunicazione e dell’informazione 6
SECS-P/08 Web content marketing 6
IUS/20 Epistemologia ed etica delle smartness 6
IUS/01 Diritto dell’informazione e della comunicazione 6
M-FIL/04 Estetica della comunicazione 6

Obiettivi formativi

Obiettivi formativi

Il Corso di Laurea mira alla formazione della figura professionale di uno psicologo in grado di operare in autonomia e scientificità. In tale modo vengono approfondite le maggiori tematiche teorico-applicative inerenti la psicologia e il ruolo che lo psicologo riveste nello sviluppo delle potenzialità individuali, familiari e di gruppo.
Inoltre, il Corso intende fornire metodi, strumenti e tecniche utili nella professione di psicologo.

Il corso si struttura in due anni. In particolare il primo anno prevede discipline caratterizzanti ed affini relative alla aspetti psicologia generale, clinica, giuridica e della psichiatria. Il secondo anno presenta una accentuazione più specifica sul piano delle teorie, metodi e tecniche psicologiche. La struttura del percorso di studi è pertanto organizzata in un biennio, nel quale il primo anno prevede apprendimenti fondamentali nelle discipline psicologiche ed medico-giuridiche, mentre il secondo anno si caratterizza per una accentuazione della psicologia dello sviluppo e dell’educazione ed attività collaterali. La gamma degli insegnamenti a scelta consente, a seconda delle motivazioni personali, di approfondire specifici settori disciplinari. Riguardo alle possibili variazioni dei percorsi di studio, non sono previsti percorsi curriculari distinti.

Sbocchi occupazioniali

Sbocchi occupazionali

La Laurea Specialistica in psicologia consente l’ammissione all’esame di stato per l’iscrizione all’albo degli psicologi con qualifica professionale di psicologo. Ogni laureato, previo superamento dell’esame di stato, potrà esercitare, nei limiti delle normative che vigilano sulla professione di psicologo, la libera professione o nei seguenti settori occupazionali: psicologia scolastica e psicologia dell’apprendimento e dei processi educativi.

Modalità di ammissione

Modalità di ammissione

L’accesso al Corso di Studio non è a numero programmato.
Per essere ammessi ad un corso di laurea magistrale occorre essere in possesso della laurea o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo.

L’Ateneo stabilisce, per ogni corso di laurea magistrale, criteri di accesso che prevedono il possesso di specifici requisiti curriculari: per il CdS Magistrale LM51-Psicologia si permette l’accesso diretto agli studenti che abbiano conseguito un precedente titolo di studio nelle classi di laurea 34 (509/99) e L24 (270/04).

Gli studenti che non abbiano conseguito un titolo appartenente alle classi di laurea sopra indicate dovranno aver superato nella carriera pregressa:
– almeno 36 CFU nei settori M-PSI/01 e/o M-PSI/02 e/o M-PSI/03;
– almeno 12 CFU nel settore M-PSI/04;
– almeno 18 CFU nel settore M-PSI/05 e/o M-PSI/06;
– almeno 18 CFU nei settori M-PSI/07 e/o M-PSI/08.

Metodologia di studio

Metodologia di studio

Ogni insegnamento prevede numerose tipologie di L.O. (learningobject) fruibili online e offline, predeterminati dai CFU dell’insegnamento. Per ogni CFU sono previste 8 lezioni. Ogni lezione è costituita da 4 sessioni, ognuna delle quali presuppone una quantità di studio medio dello studente di mezz’ora. Vengono rispettati i vincoli minimi ministeriali di almeno 6 ore di didattica tra erogativa e interattiva, di cui almeno 1 ora di didattica erogativa e almeno 1 ora di didattica interattiva. La scelta della suddivisione tra didattica erogativa e interattiva è lasciata al docente, che così può utilizzare gli strumenti a disposizione nella maniera più adatta possibile a seconda dell’insegnamento.

Il VLE di eCampus (Virtual Learning Environment) supporta L.O. costituiti da:
– presentazioni multimediali (slides con commenti audio);
– videolezioni;
– filmati;
– test di valutazione (con domande aperte o chiuse);
– test di autovalutazione (in formato quiz);
– testi/dispense;
– attività interattive come forum, Wiki eCampus, C-MAP TOOLS. Tutti i contenuti prevedono un processo di certificazione per step sequenziali.

Sul sito di Ateneo, entro l’inizio di ogni anno accademico, all’interno della sezione Didattica e nelle Schede corso dei singoli insegnamenti, saranno disponibili l’elenco completo degli insegnamenti previsti dal piano dell’offerta formativa, l’articolazione didattica per CFU e la relativa distribuzione in termini di ore e tipologia attività formative previste (con le indicazioni per la Didattica Erogativa, Didattica Interattiva e Autoapprendimento), la metodologia di valutazione adottata, e la suddivisione in unità didattiche o moduli.

Modalità di svolgimento della prova finale

Modalità di svolgimento della prova finale

Dopo aver superato tutte le verifiche delle attività formative incluse nel piano di studio e aver acquisito i crediti necessari, lo studente è ammesso a sostenere la prova finale, che consiste nella preparazione di un elaborato scritto da discutere pubblicamente dinanzi ad una Commissione di laurea e redatto sotto la guida di un docente relatore interno alla Facoltà o di un docente esterno che abbia un insegnamento nel Corso di Laurea Magistrale in Psicologia.

I termini e le modalità per l’attribuzione della tesi, i criteri di individuazione del relatore e del correlatore, e i parametri per la valutazione dell’elaborato di tesi sono definiti in un apposito regolamento d’Ateneo (pubblicato sul sito dell’Ateneo).

L’elaborazione della tesi, per garantirne l’accuratezza, deve essere avviata almeno nove mesi prima della presunta data di proclamazione e consiste nella scrittura di un elaborato individuale redatto in modo originale dallo studente nel rispetto e con le modalità previste dalle linee guida della Facoltà di Psicologia (pubblicate sul sito dell’Ateneo). Il contenuto dell’elaborato di tesi deve garantire la raggiunta capacità dello studente di approfondire una tematica connessa ad un insegnamento o ad altra attività didattica tramite la realizzazione di una revisione della letteratura scientifica o di una ricerca (quantitativa e/o qualitativa).

L’elaborato finale è discusso pubblicamente dinanzi ad una commissione di laurea che ne attribuisce un punteggio collegiale (da zero a 8 punti) sulla base della discussione e dei giudizi analitici espressi dal relatore e dal correlatore, entrambi formulati in base ai parametri della difficoltà, del valore, della presentazione e dell’originalità. Nella commissione di laurea è di norma presente il docente relatore. Possono far parte della commissione anche uno o più correlatori, non necessariamente docenti dell’Università e-Campus, che abbiano comunque valutato il lavoro in qualità di esperti.

La votazione finale (espressa in centodecimi) è ottenuta sommando il punteggio collegiale attribuito alla tesi e la media ponderata (espressa in centodecimi) dei voti ottenuti dallo studente nel percorso di studi. La commissione può conferire la lode nel caso in cui la votazione finale sia pari o superiore a 110/110 e la tesi sia di buona qualità (almeno 4 punti).