• Laurea: Magistrale Biennale
  • Classe: LM-37
  • Durata: 2 anni
  • CFU: 120

Il corso di laurea in Lingue e Letterature Moderne e Traduzione Interculturale intende elevare il grado di formazione raggiunto dai laureati triennali, attraverso il perfezionamento delle conoscenze e competenze acquisite nei precedenti livelli di corso di laurea.
L’obiettivo principale è fornire una didattica focalizzata sulle dinamiche linguistiche, letterarie e culturali, in particolare elevando la competenza comunicativa nelle lingue europee e stimolando le capacità critiche in presenza di vari contesti letterari e culturali. Si intende inoltre approfondire il tema dell’intercultura allo scopo di fornire le conoscenze utili per la traduzione letteraria in particolare.

Il percorso di studi ha lo scopo di approfondire la competenza nelle lingue e nelle relative letterature europee e di metterle a confronto tra loro. Gli obiettivi fondamentali sono il raggiungimento di una buona capacità di comprensione di testi e di registri linguistici differenti, sia nella lingua straniera che in italiano, e l’acquisizione di strumenti e metodologie critiche necessari allo studio e all’analisi delle diverse lingue nei loro contesti culturali, letterari e sociali.

Per quanto concerne gli sbocchi professionali, il corso di laurea mira a fornire ai laureati una preparazione culturale e linguistica atta a facilitare il loro impiego negli istituti di cooperazione internazionale, nelle istituzioni culturali italiane all’estero e nelle rappresentanze diplomatiche e consolari, in enti e istituzioni nazionali e internazionali, nei settori dello spettacolo, dell’editoria, del giornalismo come interpreti e traduttori qualificati, linguisti e filologi, redattori di testi tecnici e per la pubblicità, revisori di testi, consulenti linguistici, giornalisti, organizzatori di eventi culturali, mediatori interculturali, formatori, annunciatori della radio e della televisione.

Piano di studi 

1° Anno CFU Settori
 

OBBLIGATORI

2- esami a scelta tra

Lingua e traduzione francese 4 12 L-LIN/04
Lingua e traduzione inglese 4 12 L-LIN/12
Lingua e traduzione spagnola 4 12 L-LIN/07
Lingua e traduzione tedesca 4 12 L-LIN/14
2 esami a scelta tra
Letteratura francese 4 9 L-LIN/03
Letteratura inglese 4 9 L-LIN/10
Letteratura spagnola 4 9 L-LIN/05
Letteratura tedesca 4 9 L-LIN/13
1 esame a scelta tra
Storia moderna 6 M-STO/02
Storia contemporanea 6 M-STO/04
Antropologia culturale 6 M-DEA/01
12 cfu a scelta tra
Lingua e traduzione francese 4 12 L- LIN/04
Lingua e traduzione inglese 4 12 L-LIN/12
Lingua e traduzione spagnola 4 12 L-LIN/07
Lingua e traduzione tedesca 4 12 L-LIN/14
Storia moderna 6 M- STO/02
Storia contemporanea 6 M- STO/04
Antropologia culturale 6 M- DEA/01
Civiltà e cultura classica 2 6 L- FIL- LET/02
Letteratura italiana 6 L- FIL- LET/10
Filologia germanica 6 L- FIL –LET/15
Filologia e linguistica romanza 6 L- FIL- LET/09
Letteratura francese 5 6 L- LIN/03
Letteratura inglese 5 6 L- LIN/ 10
Letteratura spagnola 5 6 L- LIN/05
Letteratura tedesca 5 6 L- LIN/13
2° Anno CFU Settori
OBBLIGATORI
 

Linguistica italiana

 

6

 

L- FIL- LET/12

 

 

 

 

Linguistica e sociolinguistica 6 L- LIN/01
Per la prova finale 18 PROFIN_S
1 ESAME A SCELTA TRA Attività formative affini o integrative
Letteratura francese 5 6 L- LIN/03
Letteratura inglese 5 6 L- LIN/10
Letteratura spagnola 5 6 L-LIN/05
Letteratura tedesca 5 6 L- LIN/13
1 ESAME A SCELTA TRA
Filologia germanica 6 L-FIL-LET/15
Filologia e linguistica romanza 6 L- FIL-LET/09
1 ESAME A SCELTA TRA
Critica letteraria e letterature comparate 6 L-FIL- LET/14
Linguistica applicata 6 L- LIN/01
TIROCINI e/o LABORATORI

12 cfu a scelta tra

Tirocini -6 6 nn
Tirocini-8 8 nn
Tirocini -10 10 nn
Tirocini -12 12 nn
Fonetica 2 L-LIN/01
Laboratorio di italiano scritto 2 L-FIL-LET/12
Laboratorio di scrittura 2 L-FIL-LET/10
Laboratorio di interculturalità 2 Nn

Obiettivi formativi

Obiettivi formativi

Il Corso di laurea magistrale in Lingue e letterature moderne e traduzione interculturale, prevede lo sviluppo di competenze avanzate nell’ambito della storia letteraria e della civiltà delle aree linguistiche prescelte. A tal fine, verranno stimolate le capacità analitiche e critiche, le abilità espressive scritte e orali, applicandole allo studio delle dinamiche culturali e interculturali, anche in una prospettiva comparativa. Il conseguimento dei suddetti obiettivi sarà assicurato anche utilizzando gli strumenti dell’intermedialità in grado di presentare e offrire all’analisi e allo studio prospettive continuamente aggiornate e attuali.

La verifica dei risultati attesi in ambito culturale/letterario sarà effettuata mediante prove d’esame scritte e/o orali. In ambito linguistico la didattica presterà particolare attenzione allo sviluppo delle competenze linguistiche attive e passive, prevedendo il raggiungimento del livello C2, secondo i parametri europei. Lo studio della lingua sarà applicato anche all’analisi di più contesti letterari e culturali, alla valutazione delle dinamiche linguistiche in prospettiva storica e comparativa, allo sviluppo delle abilità di traduzione, in particolare letteraria, con attenzione anche alle tematiche teoriche e all’evoluzione degli studi di traduzione. Detti obiettivi saranno raggiunti attraverso un bilanciato equilibrio di lezioni a distanza, incontri seminariali, laboratori di traduzione, ed uso di materiale audiovisivo.

La verifica dei risultati attesi nell’apprendimento linguistico sarà effettuata attraverso un monitoraggio continuo durante lo svolgimento dei corsi, nonché attraverso prove d’esame scritte e/o orali. Durante il primo anno di corso lo studente svilupperà le conoscenze linguistiche di due lingue a scelta tra inglese (L-LIN/12), francese (L-LIN/04), spagnolo (L-LIN/07) e tedesco (L-LIN/14), accompagnando tale studio con insegnamenti di storia letteraria delle aree linguistiche prescelte (L-LIN/10, L-LIN/03, L-LIN/05, L-LIN/13) e avendo la possibilità di integrare il bagaglio di conoscenze di base con l’apprendimento di materie come la Storia moderna (M-STO/02), la Storia contemporanea (M-STO/04) e l’Antropologia culturale (M-DEA/01). Lo studente avrà l’opportunità di approfondire le competenze linguistiche e di storia letteraria acquisite anche al secondo anno, nel corso del quale avrà la possibilità di seguire materie a scelta tra Linguistica italiana (L-FIL-LETT/12) e Letteratura italiana (L-FIL-LETT/10), tra Filologia germanica (L-FIL-LETT/15) e Filologia e linguistica romanza (L-FIL-LETT/09), a seconda delle lingue oggetto di studio. Nel corso del secondo anno saranno inoltre impartiti insegnamenti di Glottologia e linguistica (L-LIN/01), Critica letteraria e letterature comparate (L-FIL-LETT/14). A coronamento del percorso didattico sono previste attività di tirocinio e laboratori (di Fonetica, Italiano scritto, Scrittura).

Sbocchi occupazioniali

Sbocchi occupazionali

Gli sbocchi occupazionali e le attività professionali previsti dal corso di laurea magistrale riguardano una pluralità di mansioni professionali di elevata responsabilità da identificarsi negli ambiti dell’editoria e del giornalismo, della comunicazione e dei servizi, della pubblicità, del turismo culturale, nel settore della cooperazione internazionale, in quello delle istituzioni culturali italiane all’estero e nelle rappresentanze diplomatiche e consolari.

I laureati magistrali del corso di laurea LM-37 potranno inoltre svolgere attività di insegnamento (fatte salve le procedure abilitative ministeriali) e la professione di Interpreti e traduttori di livello elevato.

Modalità di ammissione

Modalità di ammissione

L’accesso al Corso di Studio non è a numero programmato. Per essere ammessi a un corso di laurea magistrale occorre essere in possesso della laurea o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo. L’Ateneo stabilisce per ogni corso di laurea magistrale, criteri specifici di accesso che prevedono il possesso di determinati requisiti curriculari.

Per l’ammissione al CdS Magistrale LM37 in Lingue e Letterature Moderne e Traduzione Interculturale, gli studenti dovranno aver conseguito nella carriera pregressa:
– TRE ANNUALITÀ di L-LIN/12 o L-LIN/04 o L-LIN/07 o L-LIN/14 (I lingua);
– TRE ANNUALITÀ di L-LIN/12 o L-LIN/04 o L-LIN/07 o L-LIN/14 (II lingua);
– DUE ANNUALITÀ di L-LIN/10 o L-LIN/03 o L-LIN/13 o L-LIN/05 (I letteratura corrispondente alla I lingua);
– UN’ANNUALITÀ di L-LIN/10 o L-LIN/03 o L-LIN/13 o L-LIN/05 (II letteratura corrispondente alla II lingua).

Metodologia di studio

Metodologia di studio

Ogni insegnamento corrisponde ad un numero di CFU variabile in base al RAD – 6/9/12 CFU- ciascuno a sua volta corrispondente a 25 ore di lavoro delle quali: almeno 5+1 ore distribuite tra DE e DI, massimo 10 ore di lavoro su materiali di studio prodotti dal docente e sui testi adottati e 9 ore di studio personale.

Nel caso di alcuni insegnamenti, la didattica telematica è integrata da laboratori in presenza per un totale di 12 CFU nel corso del biennio.
I contenuti dei singoli insegnamenti e le relative attività sono decisi e bilanciati nell’autonomia dei singoli docenti e vengono condivisi all’interno del CdS per un reciproco allineamento, con le modalità sopra illustrate. Ogni docente decide quali attività privilegiare scegliendo:
DE: video e audio lezioni e webinar organizzati ciclicamente nel corso dell’anno accademico, presentazioni multimediali (slide con commenti audio e immagini); filmati con commento guidato;
DI: attività laboratoriali in aula virtuale, attività wiki sulla piattaforma di ateneo, forum, C-MAP TOOLS, e-tivity di varia natura (report, esercizio, studio di caso, mappe, problem solving, web quest, progetti, produzione di artefatti), test di valutazione (a domande aperte) e test di autovalutazione (in formato quiz) sempre corredati dal ricevimento di un feedback da parte del docente.
Ogni insegnamento dei corsi prevede numerose tipi di L.O. (learning object) fruibili online, predeterminati dai CFU dell’insegnamento (otto lezioni per ogni CFU, per un totale di almeno 16 ore/CFU di impegno online fra didattica erogativa e didattica interattiva), con lezioni costituite da un’attività di studio principale e da almeno tre sessioni di approfondimento.

Il sistema eCampus supporta L.O. costituiti da:

– Presentazioni multimediali (slide);
– Videolezioni;
– Filmati (formati più diffusi);
– Test di valutazione (aperti);
– Test di autovalutazione (chiusi);
– Testi/dispense standard (.pdf, .docx);
– Testi accessibili (PDF);
– Immagini e schemi (formati più diffusi);
– Podcast (formati più diffusi).

Tutti i contenuti prevedono un complesso processo di certificazione per step sequenziali ognuno dei quali contribuisce (nell’ambito di uno stato d’avanzamento globale) a completare il percorso di certificazione quali-quantitativo dei L. O. che costituiscono l’insegnamento.Per le verifiche e lo sviluppo degli apprendimenti, i docenti hanno a disposizione numerosi strumenti del VLE.
Monitor Tutoria Online: consente di visualizzare in tempo reale le principali attività che intercorrono tra discente e Tutor durante l’erogazione dell’insegnamento (numero e frequenza degli incontri, contenuti degli incontri, corrispondenza intercorsa, difficoltà riscontrate, revisioni della progettazione dell’erogazione del corso, ecc.).

Forum Tutoria Online-Docenti: consente di discutere e di condividere, all’interno delle rispettive comunità (Docenti e Tutor), problematiche inerenti ai L. O. di ogni insegnamento, oltre a consentire ai Tutores di collaborare direttamente con il Docente nell’ottimizzazione della fase di trasmissione e di verifica dell’apprendimento dei contenuti per ogni singolo discente.
Forum Studenti: consente di discutere e di condividere, all’interno dell’intera comunità degli studenti dell’Ateneo (di ogni CdS), qualsiasi problematica didattica e logistica.

Forum del Corso: coordinato dal Docente, consente di discutere e di condividere, all’interno dell’intera comunità degli studenti che frequentano (online) il corso, ogni problematica didattica, logistica e metodologica.
Webinar: periodicamente organizzati dal docente, rivolti alla classe degli studenti frequentanti e fruibili anche in modalità mobile, sviluppano i nuclei tematici dell’insegnamento, con possibilità, da parte degli allievi, di condividere file e conversazioni (chat), nonché di interagire in modalità live con il Docente, in analogia a quanto accade negli atenei tradizionali (frontali).
Esercitazioni di gruppo: è l’area del VLE dedicata alla partecipazione delle specifiche esercitazioni/integrazioni/ricerche, predisposte dai docenti, per completare il processo di apprendimento online mediante attività cooperative o collaborative tra gruppi di discenti. Le piattaforme utilizzate sono WikieCampus e C-Map Tools.

WikieCampus è un portale mediante il quale i docenti possono assegnare diverse e-tivities a gruppi di studenti, in quanto:
– Consente la scrittura cooperativa e/o collaborativa di contenuti multimediali online;
– La partecipazione ad ogni e-tivity, da parte dell’allievo, in questo ambiente, è tracciata e riportata nel RAS (Registro online delle Attività dello Studente);
– Arricchisce l’ePortfolio dell’allievo, dove il docente può rilasciare il relativo feedback sulla singola attività svolta.
Creato dall’IHMC, un istituto americano di ricerca universitaria nell’ambito delle scienze cognitive umane e artificiali, C-Map Tools è il software più avanzato oggi esistente per creare mappe concettuali anche molto complesse, in cooperazione e in collaborazione online, sincrona e asincrona. Una mappa concettuale è uno strumento per rappresentare le conoscenze e si sviluppa sulla base di una chiave interpretativa o di una precisa domanda focale (e-tivity).
È possibile esportare una mappa come immagine, pagina web o .pdf; inoltre, in una C-Map, è permesso inserire molteplici risorse quali documenti di testo in vari formati, video, immagini, altre C-Map, audio, presentazioni, pagine web e file eseguibili. In tal modo una mappa può diventare la struttura base per un ipertesto o un ipermedia.

Per cooperare e/o collaborare con altri studenti è possibile salvare la mappa sul server remoto “Uniecampus”. Attraverso i tool di collaborazione sincrona è consentito che un gruppo di allievi condivida contemporaneamente la stessa mappa e collabori alla costruzione della medesima, utilizzando anche una chat per dialogare e concordare il lavoro assegnato dal Docente.

EPortfolio: fondamentale componente del sistema eCampus, consente di certificare sia il processo valutativo in itinere che quello sommativo per i singoli insegnamenti. Quando l’insegnamento viene programmato, ad ogni studente si crea un’area specifica dove l’erogatore archivia in modo progressivo:
– Gli svolgimenti dei test somministrati online, che vengono inviati automaticamente all’ePortfolio appena il corsista dichiara conclusa questo tipo di attività;
– Gli svolgimenti delle esercitazioni infracorso presenti all’interno del singolo L. O., aprendo temporaneamente (e fino a quando non si dichiara conclusa l’attività) allo studente la possibilità di caricare il relativo file richiesto dal Docente.
I docenti hanno poi la possibilità di visualizzare, per ogni apprendente, tutte le prove svolte e di inserire singole valutazioni, un giudizio complessivo e alcune note personali; istantaneamente disponibili al discente nell’area di studio personale.

Sul sito di Ateneo, entro l’inizio di ogni anno accademico, all’interno della sezione Didattica e nelle Schede corso dei singoli insegnamenti, saranno disponibili l’elenco completo degli insegnamenti previsti dal piano dell’offerta formativa, l’articolazione didattica per CFU e la relativa distribuzione in termini di ore e tipologia attività formative previste (con le indicazioni per la Didattica Erogativa, Didattica Interattiva e Autoapprendimento), la metodologia di valutazione adottata, e la suddivisione in unità didattiche o moduli.

Modalità di svolgimento della prova finale

Modalità di svolgimento della prova finale

Per il conseguimento della laurea magistrale è prevista la redazione di una tesi elaborata dallo studente in modo originale, sotto la guida di un relatore. La tesi deve essere discussa pubblicamente nel corso della seduta presieduta da un’apposita Commissione. I Regolamenti definiscono i termini e le modalità per l’attribuzione della tesi, e i criteri di individuazione del relatore. La prova finale è diretta alla verifica del raggiungimento degli obiettivi formativi previsti dal corso di studi.

La Commissione di laurea valuta il candidato nel suo complesso, considerando sia lo svolgimento della prova finale che altri elementi, quali il curriculum degli studi compiuti, i tempi di completamento del percorso universitario, gli eventuali trasferimenti da altro corso di studio o Università, etc., e applicando regole specifiche autonomamente stabilite da ciascuna Facoltà.

La Commissione dispone anche di un documento, fornito dalla Segreteria Studenti, denominato “statino di laurea”, nel quale è riportata la media di partenza che risulta dalla trasformazione in centodecimi della media ponderata dei voti degli esami di profitto, invece, espressa in trentesimi. La media ponderata rapporta i voti ai crediti: escluse sempre le idoneità, si moltiplica ogni voto per i crediti dell’esame corrispondente, si sommano i prodotti e si divide tale somma per il totale dei crediti conseguiti attraverso esami con voto; il risultato si moltiplica per “110” e si divide quindi per “30”. La valutazione della Commissione è espressa in centodecimi. La prova si intende superata con una votazione minima di 66/110.

In caso di votazione massima (110/110), la Commissione può concedere la lode dietro decisione unanime. La pergamena di laurea viene predisposta e messa in distribuzione generalmente nell’arco di un anno. Al momento opportuno sarà data comunicazione al laureato mediante e-mail all’ultimo indirizzo di posta elettronica fornito. È comunque possibile, già pochi giorni dopo la prova finale, ottenere certificati di laurea accedendo alla “Sezione certificati” presente nella propria area riservata del sito eCampus.