was successfully added to your cart.

Carrello

  • Laurea: Triennale
  • Classe: L-9
  • Durata: 3 anni
  • CFU: 180

Il Corso di Studio in Ingegneria Industriale dell’Università eCampus afferisce alla Classe delle Lauree L-9 di cui al D.M. 270/2004.
Tale Corso di Studio, articolato in tre anni, si propone di formare ingegneri che abbiano buone basi culturali e una adeguata preparazione tecnica che consenta loro di operare professionalmente nel vasto ambito della produzione industriale, sia di prodotto che di processo.

Il Corso di Studio è organizzato in tre curricula: (i) Energetico; (ii) Gestionale; e (iii) Chimico. In generale, esso intende fornire una preparazione trasversale del settore industriale con ampia spendibilità. L’ingegnere industriale che si intende preparare è dotato di specifiche capacità che possano consentirgli l’inserimento in ambiti lavorativi anche molto differenziati. Parallelamente, i diversi curricula in cui si articola il Corso di Studio mirano a fornire competenze più specifiche e professionalizzanti, correlate agli aspetti energetici e gestionali dell’industria manifatturiera e di processo, chimici, oltre che relativi ai fondamenti per la progettazione di sistemi industriali.

Il carattere generale della formazione, insieme con l’approfondimento delle basi teoriche ed analitiche, è sicuramente privilegiato, pur senza trascurare la preparazione tecnica e professionale. Non viene inoltre trascurata l’acquisizione delle competenze tecniche ed interdisciplinari necessarie perché il neolaureato possa diventare, in breve tempo, pienamente operativo nell’ambito industriale. Pertanto, il primo anno di studio prevede insegnamenti su discipline di base, volti a fornire un’adeguata padronanza degli strumenti matematici di analisi; il secondo anno prevede lo studio di insegnamenti volti a fornire una conoscenza di base del settore industriale e della metodologia di approccio a problemi reali; il terzo anno, infine, prevede insegnamenti più specifici del curriculum perseguito oltre che attività formative con funzione di applicazione nel mondo lavorativo come quella di tirocinio. L’adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici generali, insieme a competenze tecnico-scientifiche negli ambiti disciplinari dell’ingegneria gestionale, energetica chimica e meccanica, conseguita dall’allievo al termine del suo percorso di studi, consentirà al laureato in ingegneria industriale di affrontare direttamente sia le sfide che offre il mondo del lavoro sia di approfondire la propria preparazione proseguendo il proprio percorso di studi con il conseguimento di una Laurea Magistrale ed eventualmente con l’approfondimento di specifiche tematiche con una formazione post-lauream (dottorato, master).

I principali ruoli che un laureato potrà svolgere includono la pianificazione, la progettazione, lo sviluppo, la direzione lavori, il collaudo, la valutazione di impatto ambientale, sia in contesti pubblici che industriali privati. I principali contesti lavorativi sono individuabili in aziende ed enti operanti nella progettazione, produzione o commercializzazione di macchine, impianti industriali, impianti chimici, impianti per la produzione, trasformazione e la distribuzione dell’energia, di sistemi e processi industriali, tecnologici e produttivi, di apparati e di strumentazioni per la diagnostica.

Il Corso di laurea in Ingegneria Industriale, in armonia con le disposizioni dell’Ateneo, realizza il collegamento con il mondo del lavoro (Aziende, Enti, Pubblica Amministrazione, ecc.) tramite tirocini e stage. Inoltre, incoraggia lo scambio di docenti e studenti attraverso la cooperazione internazionale ed accordi bilaterali con Atenei stranieri.

Curriculum gestionale

 

SSD Sigla

 

ambito

 

Insegnamento

 

CFU

1° Anno di Corso
 

MAT/05

 

B

 

Matematica, informatica e statistica

 

ANALISI MATEMATICA

 

12

CHIM/07 B Fisica e chimica CHIMICA GENERALE 6
ING-IND/15 C Ingegneria meccanica DISEGNO MECCANICO 6
FIS/01 B Fisica e chimica FISICA 12
 

ING-INF/05

 

B

 

Matematica, informatica e statistica

 

FONDAMENTI DI INFORMATICA

 

6

 

MAT/03

 

B

 

Matematica, informatica e statistica

 

GEOMETRIA

 

6

L-LIN/12 AL art. 10, comma 5, lettera c LINGUA STRANIERA 3
ING-IND/35 C Ingegneria gestionale PRINCIPI DI ECONOMIA 6
2° Anno di Corso
ING-INF/04 AF Attività affini ANALISI E MODELLISTICA DEI SISTEMI 6
ING-IND/31 AF Attività affini ELETTROTECNICA 6
ING-IND/10 C Ingegneria energetica FISICA TECNICA 9
ING-IND/08 C Ingegneria energetica MACCHINE E SISTEMI ENERGETICI 9
ING-IND/13 C Ingegneria meccanica MECCANICA APPLICATA E PROGETTAZIONE 9
ING-IND/12 C Ingegneria meccanica MISURE MECCANICHE E TERMICHE 9
MAT/09 AF Attività affini RICERCA OPERATIVA 6
ING-IND/21 C Ingegneria chimica TECNOLOGIE DEI MATERIALI 6
3° Anno di Corso
ING-IND/17 C Ingegneria gestionale LOGISTICA INDUSTRIALE 6
AL art. 10, comma 5, lettera c PROVA FINALE 3
ING-IND/35 C Ingegneria gestionale SISTEMI DI CONTROLLO DI GESTIONE 9
ING-IND/17 C Ingegneria gestionale IMPIANTI MECCANICI 9
ING-IND/16 C Ingegneria gestionale TECNOLOGIE E SISTEMI PRODUTTIVI 9
AL art. 10, comma 5, lettera d TIROCINI 9
A scelta
ING-INF/04 AL Scelta AUTOMAZIONE INDUSTRIALE 6
ING-IND/15 AL Scelta COMPUTER AIDED DESIGN 6
ING-IND/14 AL Scelta ELEMENTI COSTRUTTIVI ED AFFIDABILITÀ 6
ING-IND/17 AL Scelta QUALITY CONTROL 6
ING-IND/09 AL Scelta INTERAZIONE MACCHINE AMBIENTE 6
ING-IND/16 AL Scelta TECNOLOGIE PRODUTTIVE, TEMPI E METODI 6
ING-IND/15 AL Scelta STRUMENTI PER LA PROGETTAZIONE DI UAV 6
IUS/04 AL Scelta DIRITTO INDUSTRIALE E PROPRIETA’ INTELLETTUALE 6
ING-IND/35 AL Scelta ECONOMIA E MANAGEMENT DEL TRASFERIMENTO TECNOLOGICO 6

Curriculum energetico

 

SSD Sigla

 

ambito

 

Insegnamento

 

CFU

1° Anno di Corso
 

MAT/05

 

B

Matematica, informatica e statistica  

ANALISI MATEMATICA

 

12

CHIM/07 B Fisica e chimica CHIMICA GENERALE 6
ING-IND/15 C Ingegneria meccanica DISEGNO MECCANICO 6
FIS/01 B Fisica e chimica FISICA 12
 

ING-INF/05

 

B

Matematica, informatica e statistica  

FONDAMENTI DI INFORMATICA

 

6

 

MAT/03

 

B

Matematica, informatica e statistica  

GEOMETRIA

 

6

L-LIN/12 AL art. 10, comma 5, lettera c LINGUA STRANIERA 3
ING-IND/35 C Ingegneria gestionale PRINCIPI DI ECONOMIA 6
2° Anno di Corso
ING-IND/31 AF Attività affini ELETTROTECNICA 6
ING-IND/11 AF Attività affini ENERGETICA 6
ING-IND/17 C Ingegneria energetica FISICA TECNICA 9
ING-IND/06 AF Attività affini FLUIDODINAMICA 6
ING-IND/08 C Ingegneria energetica MACCHINE E SISTEMI ENERGETICI 9
ING-IND/13 C Ingegneria meccanica MECCANICA APPLICATA E PROGETTAZIONE 9
ING-IND/12 C Ingegneria meccanica MISURE MECCANICHE E TERMICHE 9
ING-IND/21 C Ingegneria chimica TECNOLOGIE DEI MATERIALI 6
3° Anno di Corso
ING-IND/09 C Ingegneria meccanica GESTIONE DEI SISTEMI ENERGETICI 6
ING-IND/17 C Ingegneria gestionale IMPIANTI MECCANICI 9
ING-IND/09 C Ingegneria meccanica PROGETTAZIONE DEI SISTEMI ENERGETICI 9
AL art. 10, comma 5, lettera c PROVA FINALE 3
ING-IND/10 C Ingegneria energetica TERMOTECNICA E CLIMATIZZAZIONE 9
AL art. 10, comma 5, lettera d TIROCINI 6
A scelta
ING-IND/15 AL Scelta COMPUTER AIDED DESIGN 6
ING-IND/17 AL Scelta QUALITY CONTROL 6
ING-IND/09 AL Scelta INTERAZIONE MACCHINE AMBIENTE 6
ING-IND/08 AL Scelta MOTORI A COMBUSTIONE INTERNA 6
ING-IND/10 AL Scelta TECNICA DEL FREDDO 6
ING-INF/04 AL Scelta AUTOMAZIONE INDUSTRIALE 6
ING-IND/15 AL Scelta STRUMENTI PER LA PROGETTAZIONE DI UAV 6
IUS/04 AL Scelta DIRITTO INDUSTRIALE E PROPRIETA’ INTELLETTUALE 6
ING-IND/35 AL Scelta ECONOMIA E MANAGEMENT DEL TRASFERIMENTO TECNOLOGICO 6

Curriculum chimico

 

SSD Sigla

 

ambito

 

Insegnamento

 

CFU

1° Anno di Corso
 

MAT/05

 

B

Matematica, informatica e statistica  

ANALISI MATEMATICA

 

12

CHIM/07 B Fisica e chimica CHIMICA GENERALE 6
ING-IND/15 C Ingegneria meccanica DISEGNO MECCANICO 6
FIS/01 B Fisica e chimica FISICA 12
 

ING-INF/05

 

B

Matematica, informatica e statistica  

FONDAMENTI DI INFORMATICA

 

6

 

MAT/03

 

B

Matematica, informatica e statistica  

GEOMETRIA

 

6

L-LIN/12 AL art. 10, comma 5, lettera c LINGUA STRANIERA 3
ING-IND/35 C Ingegneria gestionale PRINCIPI DI ECONOMIA 6
2° Anno di Corso
ING-IND/31 AF Attività affini ELETTROTECNICA 6
CHIM/07 B Fisica e chimica CHIMICA ORGANICA 6
ING-IND/17 C Ingegneria energetica FISICA TECNICA 9
ING-IND/24 AF Attività affini FENOMENI DI TRASPORTO 6
ING-IND/08 C Ingegneria energetica MACCHINE E SISTEMI ENERGETICI 9
ING-IND/13 C Ingegneria meccanica MECCANICA APPLICATA E PROGETTAZIONE 9
ING-IND/12 C Ingegneria meccanica MISURE MECCANICHE E TERMICHE 9
ING-IND/21 C Ingegneria chimica TECNOLOGIE DEI MATERIALI 6
3° Anno di Corso
ING-IND/22 AF Attività affini ANALISI STRUMENTALE E CONTROLLO DEI MATERIALI 6
ING-IND/17 C Ingegneria gestionale IMPIANTI MECCANICI 9
ING-IND/25 C Ingegneria chimica IMPIANTI CHIMICI 9
AL art. 10, comma 5, lettera c PROVA FINALE 3
ING-IND/14 C Ingegneria meccanica ELEMENTI COSTRUTTIVI DELLE MACCHINE 9
AL art. 10, comma 5, lettera d TIROCINI 6
A scelta
ING-IND/15 AL Scelta COMPUTER AIDED DESIGN 6
ING-IND/17 AL Scelta QUALITY CONTROL 6
ING-IND/09 AL Scelta INTERAZIONE MACCHINE AMBIENTE 6
ING-INF/04 AL Scelta AUTOMAZIONE INDUSTRIALE 6
ING-IND/15 AL Scelta STRUMENTI PER LA PROGETTAZIONE DI UAV 6
IUS/04 AL Scelta DIRITTO INDUSTRIALE E PROPRIETA’ INTELLETTUALE 6
ING-IND/35 AL Scelta ECONOMIA E MANAGEMENT DEL TRASFERIMENTO TECNOLOGICO 6

Obiettivi formativi

Obiettivi formativi

Obiettivo principale del corso è la formazione di ingegneri che abbiano buone basi culturali ed una preparazione tecnica ad ampio spettro che consenta loro non solo di operare professionalmente a supporto del vasto ambito della progettazione e produzione industriale ma anche di essere inseriti nei processi di sviluppo di nuovi prodotti manifatturieri e nuove tecnologie.

In particolare, per quanto concerne il percorso formativo, al primo anno vengono impartiti gli insegnamenti basilari di matematica, fisica e chimica. A questi si aggiunge lo studio della lingua straniera, dell’informatica, dell’economia applicata all’ingegneria e del disegno meccanico, linguaggio universale di comunicazione tra gli ingegneri. A partire dal secondo anno sono impartite le discipline caratterizzanti ed affini dell’ingegneria industriale a carattere più basilare, alle quali si aggiungono alcuni insegnamenti a carattere interdisciplinare di seguito dettagliati. Nel terzo anno, infine, sono impartiti gli insegnamenti più vicini alla pratica professionale, ai quali si affiancano le materie a scelta degli studenti. Nell’ultimo anno è inoltre previsto che l’allievo ingegnere svolga il tirocinio ed esegua il lavoro finale di tesi.

Il corso di studio offre quindi l’opportunità sia di accedere direttamente al mondo del lavoro, sia di proseguire la formazione nei corsi di laurea magistrale o master di primo livello. Infatti lo studente acquisisce conoscenze matematiche, fisiche, chimiche, informatiche e delle discipline di base dell’ingegneria industriale che gli permetteranno di effettuare la scelta più opportuna.
Per quanto riguarda le materie di base, gli obiettivi formativi specifici previsti sono necessari per affrontare i corsi successivi e come base per attività formative post universitarie. Essi includono la conoscenza dei fondamenti dell’analisi matematica e il saper utilizzare i relativi strumenti matematici; la conoscenza dei fondamenti della fisica e l’analisi dei principali fenomeni; la conoscenza dei fondamenti della chimica e il saperne analizzare i principali fenomeni; la conoscenza dei principi di informatica di base che permetta agli studenti di gestire gli ambiti applicativi della disciplina in contesti industriali.

Alle materie di base si aggiungono discipline trasversali, i cui obiettivi formativi specifici sono relativi all’acquisizione delle conoscenze di base della lingua inglese per poter comprendere testi scientifici e comunicare in ambiti ingegneristici internazionali e la conoscenza dei principi cardine dell’economia applicata all’ingegneria e aspetti economici, gestionali e organizzativi collegati ai processi industriali.

Gli obiettivi formativi specifici delle discipline caratterizzanti ed affini ruotano intorno ad un impianto comune del corso, che è sostanzialmente focalizzato intorno alla figura di un Ingegnere Industriale operante nell’importante settore dell’impiantistica energetica e/o chimica. Il corso è quindi caratterizzato e trova unitarietà intorno alle necessarie competenze per avere cognizione e poter operare lungo l’intero ciclo di vita dei sistemi, ciclo che si articola nei momenti della progettazione, della realizzazione, della gestione, e della manutenzione.

In quest’ottica sono previsti insegnamenti dell’area dell’ingegneria energetica volti alla conoscenza dei principi della fisica tecnica, della fluidodinamica, del funzionamento delle macchine a fluido e dei sistemi energetici. Tali insegnamenti sono orientati alla comprensione degli scambi energetici e degli equilibri che si instaurano negli impianti e nelle loro parti. Data la frequente, ma non esclusiva, applicazione al settore impiantistico chimico, tali conoscenze vengono integrate con nozioni di area chimica relative ai fenomeni di trasporto, di tecniche per l’impiantistica chimica e di approfondimenti sulla scelta e utilizzo dei necessari materiali.

La consapevolezza degli strumenti necessari alla definizione e progettazione dell’impianto è coperta grazie ad una solida base di insegnamenti nell’area meccanica, ossia del disegno meccanico, linguaggio universale di comunicazione tra gli ingegneri, della meccanica applicata, della progettazione meccanica, delle misure meccaniche e termiche, degli strumenti e metodi per la progettazione dei sistemi e sottosistemi funzionali e di controllo.
Elementi di gestione dell’impianto e dei sistemi completano il percorso formativo. Si prevede in quest’ambito nozioni di logistica, automazione, nonché elementi per valutazioni economiche e per la scelta delle più idonee tecnologie di produzione.

Tali insegnamenti costituiscono la base caratterizzante del corso. Materie affini vanno ad integrare aspetti relativi alla ricerca operativa, l’ottimizzazione, la modellistica, l’elettrotecnica e la fluidodinamica.
Per poter approfondire specifiche tematiche proprie delle discipline dell’ingegneria industriale e per arricchire le conoscenze dei futuri laureati, il Corso di Laurea offre la possibilità di scegliere fra differenti curricula che, all’interno del quadro sopra delineato, vanno ad offrire diversi gradi di approfondimento negli ambiti disciplinari introdotti. L’ampiezza dell’offerta condivide quindi basi comuni relative alla formazione dell’ingegnere industriale per poi trovare varie declinazioni che possano andare a soddisfare le singole esigenze formative. Lo studente è posto nelle condizioni di poter applicare i concetti acquisiti in vari settori disciplinari soddisfacendo bisogni relativi al mondo industriale e/o impiantistico a cui aspira o in cui, come spesso accade, si trova già ad operare.
Il Corso di Laurea in Ingegneria Industriale è l’unico corso della classe L-9 nella Facoltà di Ingegneria.

Sbocchi occupazioniali

Sbocchi occupazionali

Ingegnere junior addetto al settore progettuale e manifatturiero

Industrie pubbliche e private meccaniche ed elettromeccaniche; imprese impiantistiche; imprese manifatturiere in generale per la produzione, l’installazione ed il collaudo, la manutenzione e la gestione di componenti meccanici, linee e reparti di produzione, macchine ed apparecchiature di uso generale, per il settore elettrico, elettromeccanico, robotica e dell’automazione industriale in genere; libera professione.

Ingegnere junior addetto al settore energetico e delle fonti rinnovabili

Il laureato opererà come tecnico responsabile per la conservazione e l’uso razionale dell’energia (energy manager) ed al quale compete la promozione e lo sviluppo di iniziative per ottimizzare e valorizzare i sistemi e le risorse energetiche territoriali. Avrà quindi sbocchi professionali in industrie meccaniche ed elettromeccaniche; aziende ed enti per la conversione dell’energia; imprese impiantistiche; imprese manifatturiere in generale per la produzione, l’installazione, il collaudo, la manutenzione e la gestione di macchine.

Ingegnere junior addetto al settore gestionale, produttivo e logistico

I principali sbocchi occupazionali comprendono i settori manifatturieri e della trasformazione industriale, i settori dei servizi tradizionali (trasporti, distribuzione, gestione del territorio, ecc.), i settori dei servizi avanzati ad alto valore aggiunto (consulenza aziendale, informatica, telecomunicazioni, ecc.), l’intero settore della Pubblica Amministrazione. Inoltre, la figura professionale in oggetto può trovare immediato sbocco professionale nell’ufficio di programmazione della produzione e nell’ufficio logistica e spedizioni delle imprese manifatturiere.

Ingegnere junior addetto alla gestione di impianti chimici

I principali sbocchi occupazionali comprendono la gestione di impianti per processi chimici industriali, ad esempio per la chimica tessile e di coloranti, la chimica cosmetica e alimentare, la chimica per agricoltura e per attività biomediche. Le aziende target includono il settore petrolifero, il petrolchimico, il settore alimentare, il farmaceutico, la produzione di energia da biomasse, le biotecnologie e le aziende per la produzione e trasformazione di materiali metallici, ceramici, polimerici.

Conoscenze e abilità richieste per l’accesso

Conoscenze e abilità richieste per l’accesso

Per l’accesso al Corso di Studio si richiedono una buona conoscenza della lingua italiana parlata e scritta, capacità di ragionamento logico, conoscenza e capacità di utilizzare i principali risultati della matematica elementare e dei fondamenti delle scienze sperimentali. Le relative modalità di verifica e gli eventuali obblighi formativi aggiuntivi attribuiti agli studenti sono dettagliati nel Regolamento Didattico del corso di studio.

Modalità di ammissione

Modalità di ammissione

L’accesso al Corso di Studio non è a numero programmato.
Per essere ammessi ad un corso di laurea triennale è necessario essere in possesso di un diploma di scuola secondaria
superiore o di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo.

Metodologia di studio

Metodologia di studio

Ogni insegnamento prevede numerose tipologie di L.O. (learningobject) fruibili online e offline, predeterminati dai CFU dell’insegnamento. Per ogni CFU sono previste 8 lezioni. Ogni lezione è costituita da 4 sessioni, ognuna delle quali presuppone una quantità di studio medio dello studente di mezz’ora. Vengono rispettati i vincoli minimi ministeriali di almeno 6 ore di didattica tra erogativa e interattiva, di cui almeno 1 ora di didattica erogativa e almeno 1 ora di didattica interattiva. La scelta della suddivisione tra didattica erogativa e interattiva è lasciata al docente, che così può utilizzare gli strumenti a disposizione nella maniera più adatta possibile a seconda dell’insegnamento.

Il VLE di eCampus (Virtual Learning Environment) supporta L.O. costituiti da:
– presentazioni multimediali (slides con commenti audio);
– videolezioni;
– filmati;
– test di valutazione (con domande aperte o chiuse);
– test di autovalutazione (in formato quiz);
– testi/dispense;
– attività interattive come forum, Wiki eCampus, C-MAP TOOLS. Tutti i contenuti prevedono un processo di certificazione per step sequenziali.

Sul sito di Ateneo, entro l’inizio di ogni anno accademico, all’interno della sezione Didattica e nelle Schede corso dei singoli insegnamenti, saranno disponibili l’elenco completo degli insegnamenti previsti dal piano dell’offerta formativa, l’articolazione didattica per CFU e la relativa distribuzione in termini di ore e tipologia attività formative previste (con le indicazioni per la Didattica Erogativa, Didattica Interattiva e Autoapprendimento), la metodologia di valutazione adottata, e la suddivisione in unità didattiche o moduli.