was successfully added to your cart.

Carrello

  • Laurea: A ciclo unico
  • Classe: LMG-01
  • Durata: 5 anni
  • CFU: 300

Il Corso di studio quinquennale – ad accesso libero, senza preselezione – si articola in 26 insegnamenti (7 riferiti ad attività di base, 13 riferiti ad attività caratterizzanti, 2 affini, 2 afferenti ad altre attività e 2 a scelta), così ripartiti:
4 il primo anno
6 il secondo anno
7 il terzo anno
6 il quarto anno
3 il quinto anno

Sono altresì previsti un seminario per 1 CFU e tirocini formativi e di orientamento per 6 CFU.
Non sono previsti curricula distinti anche se viene offerta allo studente un’ampia possibilità di opzioni tra le quali individuare gli esami a scelta.
L’erogazione avviene in teledidattica attraverso la piattaforma dedicata; le valutazioni si svolgono in presenza, con modalità scritta o orale, a scelta dello studente. La struttura del corso di studi mira a formare il giurista idoneo ad operare negli ambiti professionali tradizionali (magistrato, avvocato, notaio o comunque esperto di diritto nei diversi ambiti occupazionali); l’ampia offerta di insegnamenti a scelta consente poi allo studente di meglio orientare la propria formazione.

La conoscenza degli strumenti operativi di base del mondo giuridico (senza, peraltro, trascurare i profili economici e sociologici) costruisce un profilo in grado non solo di proseguire il proprio percorso formativo ma anche di risultare immediatamente spendibile in diversi ambiti dei settori produttivi e istituzionali.

Piano di studi 

SSD Sigla ambito Insegnamento CFU
1° Anno di Corso
IUS/01 A Privatistico DIRITTO PRIVATO 15
IUS/20 A Filosofico-giuridico FILOSOFIA DEL DIRITTO 15
IUS/18 A Storico-giuridico DIRITTO ROMANO 15
IUS/08 A Costituzionalistico DIRITTO COSTITUZIONALE 15
UN SEMINARIO A SCELTA TRA
 

IUS/07

art. 10, comma 5, lettera d SEMINARIO Diritto processuale del lavoro – SOLO ROMA  

1

 

L-LIN/02

art. 10, comma 5, lettera d  

SEMINARIO Redazione elaborato in materie giuridiche

 

1

2° Anno di Corso
IUS/19 A Storico-giuridico STORIA DEL DIRITTO MEDIEVALE E MODERNO 15
IUS/11 A Costituzionalistico DIRITTO ECCLESIASTICO 6
IUS/04 B Commercialistico DIRITTO COMMERCIALE 15
IUS/12 B Economico e pubblicistico DIRITTO TRIBUTARIO 9
 

IUS/14

 

B

 

Comunitaristico

DIRITTO DELL’UNIONE EUROPEA (mutua su LM 56

scienze economiche)

 

9

 

L-LIN/12

 

D

art. 10, comma 5, lettera c  

LINGUA INGLESE

 

4

3° Anno di Corso
SECS-P/01 B Economico e pubblicistico ECONOMIA POLITICA 6
IUS/07 B Laburistico DIRITTO DEL LAVORO 12
IUS/10 B Amministrativistico DIRITTO AMMINISTRATIVO I 12
IUS/17 B Penalistico DIRITTO PENALE I 9
IUS/17 B Penalistico DIRITTO PENALE II 6
IUS/02 B Comparatistico DIRITTO PRIVATO COMPARATO 9
a scelta dello studente INSEGNAMENTO A SCELTA 6
4° Anno di Corso
IUS/01 A Privatistico DIRITTO CIVILE 15
 

ING-INF/05

art. 10, comma 5, lettera d  

ABILITA’ INFORMATICHE

 

2

IUS/13 B Internazionalistico DIRITTO INTERNAZIONALE 12
IUS/05 C Attività affini o integrative DIRITTO DELL’ECONOMIA 12
SECS-P/11 C Attività affini o integrative ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI 12
a scelta dello studente INSEGNAMENTO A SCELTA 6
5° Anno di Corso
IUS/10 B Amministrativistico DIRITTO AMMINISTRATIVO II 6
IUS/16 B Processualpenalistico DIRITTO PROCESSUALE PENALE 15
IUS/15 B Processualcivilistico DIRITTO PROCESSUALE CIVILE 15
 

D

art. 10, comma 5, lettera c  

PER LA PROVA FINALE

 

20

 

art. 10, comma 5, lettera d

ALTRO (tirocinio formativo, ulteriori conoscenze

linguistiche, abilità informatiche e relazionali, o un esame a scelta dell’indirizzo

 

 

6

a scelta dello

studente

IUS/17 CRIMINOLOGIA 6
IUS/01 DIRITTO DI FAMIGLIA 6
IUS/01 DIRITTO DELLO SPORT 6
IUS/10 DIRITTO DEI SERVIZI PUBBLICI 6
IUS/01 DIRITTO DELLA PRIVACY 6
IUS/13 DIRITTI UMANI / HUMAN RIGHTS 6
 

IUS/01

DIRITTO DELL’INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE  

6

 

IUS/02

PRINCIPLES OF EUROPEAN CONTRACT

LAW/Principi di diritto europeo dei contratti

 

6

IUS/01 DIRITTO EUROPEO DEI CONSUMATORI 6
IUS/12 DIRITTO TRIBUTARIO INTERNAZIONALE 6
IUS/12 DIRITTO PUNITIVO E PROCESSUALE TRIBUTARIO 6
IUS/12 Diritto tributario avanzato 6

Obiettivi formativi

Obiettivi formativi 

Il corso di laurea magistrale in Giurisprudenza ha l’obiettivo di fornire le competenze necessarie a operare con efficacia nei diversi profili tipici delle professioni giuridiche.
Attraverso l’approfondimento dello studio dei diversi rami dei saperi giuridici il corso offre gli strumenti metodologici e le conoscenze necessarie necessari anche alla comprensione dei contemporanei fenomeni di politica legislativa.

I laureati dei corsi della classe di laurea devono:
aver conseguito elementi di approfondimento della cultura giuridica di base nazionale ed europea, anche con tecniche e metodologie casistiche, in rapporto a tematiche utili alla comprensione e alla valutazione di principi o istituti del diritto positivo aver conseguito approfondimenti di conoscenze storiche che consentano di valutare gli istituti del diritto positivo anche nella prospettiva dell’evoluzione storica degli stessi;
possedere capacità di produrre testi giuridici (normativi e/o negoziali e/o processuali) chiari, pertinenti ed efficaci in rapporto ai contesti di impiego, ben argomentati, anche con l’uso di strumenti informatici;
possedere in modo approfondito le capacità interpretative, di analisi casistica, di qualificazione giuridica (rapportando fatti a fattispecie), di comprensione, di rappresentazione, di valutazione e di consapevolezza per affrontare problemi interpretativi ed applicativi del diritto;

possedere in modo approfondito gli strumenti di base per l’aggiornamento delle proprie competenze.

I laureati dei corsi della classe, oltre ad indirizzarsi alle professioni legali ed alla magistratura, potranno svolgere attività ed essere impiegati, in riferimento a funzioni caratterizzate da elevata responsabilità, nei vari campi di attività sociale, socio-economica e politica ovvero nelle istituzioni, nelle pubbliche amministrazioni, nelle imprese private, nei sindacati, nel settore del diritto dell’informatica, nel settore del diritto comparato, internazionale e comunitario (giurista europeo), oltre che nelle organizzazione internazionali in cui le capacità di analisi, di valutazione e di decisione del giurista si rivelano feconde anche al di fuori delle conoscenze contenutistiche settoriali.

Il corso di laurea, inoltre, nell’offrire approfondimenti della lingua inglese e dell’informatica, consente allo studente, in un’ottica di sempre maggiore internazionalizzazione del mercato ed in generale delle professioni legali, di acquisire non solo le comuni basi romanistiche del diritto europeo, ma anche di approfondire esperienze giuridiche con cui, anche per evidenti motivazioni geografiche, il professionista si trova in contatto come il diritto svizzero, o con le quali, sia per l’appartenenza dell’Italia al mediterraneo, sia per l’attuale peso nell’economia mondiale, sta entrando in contatto come il diritto dei paesi islamici.

Non mancano, inoltre, analisi ed occasioni di studio concernenti nuovi campi di grande attualità ed interesse quali lo studio del diritto di famiglia, del diritto dell’informazione, comunicazione ed informatica, del diritto notarile, sportivo, della conciliazione, della criminologia e della sicurezza. Il corso si correda, inoltre, di discipline quali il diritto dell’economia e l’economia degli intermediari finanziari che consentono allo studente di analizzare il mercato in un’ottica economica.

Sbocchi occupazioniali

Sbocchi occupazionali 

Sbocchi occupazionali e attività professionali previsti dai corsi di laurea sono:
Avvocato*
Magistrato*
Notaio*
Consulente giuridico Carriera diplomatica*
Funzioni dirigenziali o comunque di elevata responsabilità presso istituzioni nazionali o internazionali*
Funzioni dirigenziali o comunque di elevata responsabilità presso aziende private*
Funzioni dirigenziali o comunque di elevata responsabilità presso organizzazioni pubbliche e private nazionali o internazionali*
Insegnamento presso Università e Scuole secondarie superiori*

*Previo superamento dei relativi concorsi o dei necessari esami di abilitazione.

Modalità di ammissione

Modalità di ammissione

L’accesso al Corso di Studio non è a numero programmato.
Per essere ammessi ad un corso di laurea magistrale in Giurisprudenza è necessario essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo.

Metodologia di studio

Metodologia di studio

Ogni insegnamento prevede numerose tipologie di L.O. (learningobject) fruibili online e offline, predeterminati dai CFU dell’insegnamento. Per ogni CFU sono previste 8 lezioni. Ogni lezione è costituita da 4 sessioni, ognuna delle quali presuppone una quantità di studio medio dello studente di mezz’ora. Vengono rispettati i vincoli minimi ministeriali di almeno 6 ore di didattica tra erogativa e interattiva, di cui almeno 1 ora di didattica erogativa e almeno 1 ora di didattica interattiva. La scelta della suddivisione tra didattica erogativa e interattiva è lasciata al docente, che così può utilizzare gli strumenti a disposizione nella maniera più adatta possibile a seconda dell’insegnamento.

Il VLE di eCampus (Virtual Learning Environment) supporta L.O. costituiti da:
– presentazioni multimediali (slides con commenti audio);
– videolezioni;
– filmati;
– test di valutazione (con domande aperte o chiuse);
– test di autovalutazione (in formato quiz);
– testi/dispense;
– attività interattive come forum, Wiki eCampus, C-MAP TOOLS. Tutti i contenuti prevedono un processo di certificazione per step sequenziali.

Sul sito di Ateneo, entro l’inizio di ogni anno accademico, all’interno della sezione Didattica e nelle Schede corso dei singoli insegnamenti, saranno disponibili l’elenco completo degli insegnamenti previsti dal piano dell’offerta formativa, l’articolazione didattica per CFU e la relativa distribuzione in termini di ore e tipologia attività formative previste (con le indicazioni per la Didattica Erogativa, Didattica Interattiva e Autoapprendimento), la metodologia di valutazione adottata, e la suddivisione in unità didattiche o moduli.

Modalità di svolgimento della prova finale

Modalità di svolgimento della prova finale

Per il conseguimento della laurea magistrale è prevista la redazione di una tesi elaborata dallo studente in modo originale, sotto la guida di un relatore.
Per i Corsi di Studio magistrali la tesi deve essere discussa pubblicamente nel corso della seduta presieduta da un’apposita Commissione.
I Regolamenti definiscono i termini e le modalità per l’attribuzione della tesi e i criteri di individuazione del relatore. La prova finale è diretta alla verifica del raggiungimento degli obiettivi formativi previsti dal corso di studi.

La Commissione di laurea valuta il candidato nel suo complesso, avendo riguardo sia allo svolgimento della prova finale sia ad altri elementi, quali il curriculum degli studi compiuti, i tempi di completamento del percorso universitario, eventuali trasferimenti da altro corso di studio o Università, etc., e applicando regole specifiche autonomamente stabilite da ciascuna Facoltà.
La Commissione dispone anche di un documento, fornito dalla Segreteria Studenti, denominato statino di laurea, nel quale è riportata la media di partenza; essa risulta dalla trasformazione in centodecimi della media ponderata dei voti degli esami di profitto, che, invece, è espressa in trentesimi.

La media ponderata rapporta i voti ai crediti: escluse sempre le idoneità, si moltiplica ogni voto per i crediti dell’esame corrispondente, si sommano i prodotti e si divide tale somma per il totale dei crediti conseguiti attraverso esami con voto; il risultato si moltiplica per ‘110’ e si divide quindi per 30′.
La valutazione della Commissione è espressa in centodecimi.
La prova si intende superata con una votazione minima di 66/110. In caso di votazione massima (110/110), la Commissione può concedere la lode dietro decisione unanime.

La pergamena di laurea viene predisposta e messa in distribuzione generalmente nell’arco di un anno. Al momento opportuno sarà data comunicazione al laureato mediante comunicazione e-mail all’ultimo indirizzo di posta elettronica fornito. E’ comunque possibile, già pochi giorni dopo la prova finale, ottenere certificati di laurea accedendo alla sezione certificati presente nella propria area riservata del sito eCampus.